Colpo della strega: sintomi, rimedi e quanto dura il dolore

Se hai provato il colpo della strega sai che si tratta di un dolore alla schiena improvviso, lancinante, così forte da farti piegare in due rendendo dolorosi anche i più piccoli movimenti. I muscoli si contraggono diventando duri come una corazza. Non è un problema grave ed è risolvibile. Vediamo l’approccio medico.

Perché viene il mal di schiena

Sei stato bene fino a ieri e magari oggi sei fermo a letto. È stata colpa della strega? No, le streghe non esistono. Responsabile può essere un movimento in flessione mentre ti pieghi in avanti per raccogliere un oggetto. Altre volte succede nel sollevare un peso. Può essere la borsa della spesa o una valigia. Sai perché è successo? È colpa di un sovraccarico dell’apparato osseo (vertebre) e di quello muscolo-tendineo.

Alcune concause che possono favorire la lombalgia:

  • stress
  • cattive posture
  • obesità
  • sedentarietà

Ma lo sai che anche uno starnuto o uscire dall’auto sono in grado di provocare la lombalgia? Viene da ridere ma succede spesso.

I segni della lombalgia acuta

I sintomi di questa lombalgia sono rapidi e seguono al movimento che ne ha determinato il dolore. La zona interessata è la regione lombare bassa (la schiena) senza irradiazione agli arti inferiori. Questo dolore costringe all’immobilità (reazione antalgica) facendo assumere la posizione piegata in avanti con la mano spesso appoggiata al fianco.

Quando il dolore si irradia

Se al mal di schiena si associa una irradiazione alla coscia si parla di sciatica. In tal caso la causa potrebbe essere legata all’ernia del disco. Nei soggetti anziani e fragili non vanno escluse le artrosi vertebrali. In chi è affetto da osteoporosi bisognerà escludere una possibile frattura vertebrale, cosa non molto frequente .

Quanto dura il dolore

Nei casi più tipici il dolore migliora dopo 3 giorni e nel giro di una settimana si risolve del tutto. Se fai lavori pesanti non sentirti guarito del tutto. La ripresa dell’attività lavorativa deve essere graduale per evitare una recidiva.

Come curare il colpo della strega

Il trattamento ha lo scopo di alleviare il dolore sbloccando le contrazioni muscolari lombari. L’associazione di terapie calde e la fisioterapia accelerano la guarigione. È sempre necessario, soprattutto se il dolore è recidivante, rivolgersi allo specialista per individuare la causa. Le terapie:

Terapia farmacologica – Antidolorifici, antinfiammatori e miorilassanti apportano benefici soprattutto nelle forme acute. Non è necessario il ricorso ai cortisonici. La durata della terapia va da pochi giorni sino a 1-2 settimane.

Terapia non farmacologica – Alla terapia va associato il riposo durante le prime ore . La postura va mantenuta a 90° stando sdraiato a letto o in poltrona per una mezz’ora. L’aggiunta della classica borsa d’acqua calda o di un cuscino termico sono utili. Se hai un apparecchio portatile come la Tens ne trarrai effetti rilassanti sulle contratture muscolari.

L’attività fisica – Se il dolore comincia a migliorare dopo qualche giorno, diventano utili delle passeggiate associate successivamente a dei massaggi o a manipolazioni vertebrali. Rivolgiti a mani esperte. Queste attività favoriscono la risoluzione delle contratture muscolari perché migliorano la circolazione del sangue ed il trofismo dei muscoli.

Riposo in fase acuta – In fase acuta è efficace sdraiarsi sulla schiena per raddrizzarla. Appoggia i polpacci su una sedia in modo da formare un angolo di 90°.

I consigli di un grande fisioterapista

Il metodo McKenzie

I fisioterapisti conoscono bene il dr McKenzie. Vediamo i suoi consigli:

  • Sdraiati a pancia in giù ogni due ore e prova dieci volte di seguito a raddrizzare la parte superiore del corpo appoggiandoti sui gomiti. Rimani in questa posizione per almeno un minuto.
  • Se il dolore è più su un lato in posizione prona, ruota i fianchi lontano dal dolore.
  • Metti un asciugamano arrotolato intorno alla vita per il supporto durante la notte.
  • Non piegarti in avanti per 3-4 giorni e poggia sempre correttamente sui gomiti
  • Garantisci sempre una corretta postura seduta e utilizza un cosiddetto roll lombare come supporto. Il lordosis roll è uno speciale cuscino che può essere posizionato tra la colonna lombare e lo schienale di una sedia o di un seggiolino auto e rende più facile stare seduti in posizione verticale.

Quali rimedi naturali

L’esperienza ha dimostrato che l’omeopatia può essere molto utile per il dolore acuto. Tuttavia una buona conoscenza dei farmaci è necessaria per la corretta scelta del rimedio e del dosaggio. In caso di disturbi cronici si consiglia di consultare uno specialista qualificato in omeopatia classica. 

Alcuni rimedi che possono aiutare in modo acuto:

  • Aconitum D6: dolore associato a intensa paura e sudore
  • Arnica D6: dolore da sforzo eccessivo
  • Berberis D6: per dolore acuto  che si irradia e aggrava in piedi
  • Bryonia D6: dolori lancinanti ad ogni movimento con peggioramento con il calore e il movimento.
  • Rhus tossicodendro D6: i sintomi sono migliorati dal movimento in un soggetto ipersensibile al freddo e all’umidità

Come dormire con la lombalgia

Dormi su un fianco con un cuscino tra le ginocchia mantenendo la spalla e il tronco a contatto col materasso.

Nel caso di una sciatica da ernia discale dormi su un fianco in posizione fetale (rannicchiato), così favorisci il distacco delle vertebre dall’ernia compressa.

Dormi a pancia in giù, col cuscino sotto l’addome, se il tuo dolore è legato all’ernia discale. Questa posizione sembra allentare la tensione muscolare lombare.

Non è infrequente il miglioramento in posizione sdraiata su letto reclinabile in quelle condizioni in cui c’è uno scivolamento di una vertebra sull’altra (spondilolistesi istmica). Questa posizione è utile per la schiena perché crea un angolo tra le cosce e il tronco. Questo angolo aiuta a ridurre la pressione sulla colonna vertebrale.

Il materasso migliore per chi soffre di mal di schiena

Rimarrai deluso ma non esiste. In alcuni studi recenti si è notato che spesso un materasso troppo duro o troppo morbido danno insonnia per le contratture dolorose. Se hai un buon materasso a molle e aggiungi un coprimaterasso in memory foam potresti giovartene. Ma provalo prima!

Bibliografia

  • Robin McKenzie, tratta la tua schiena, ISBN 0-9598049-2-7, edizione 1994
  • Dr Federico Balagu et al., “Lombalgia aspecifica”, The Lancet, Volume 379, Issue 9814, Pages 482-491, 04.02.2012
  • Kittang G et al., “Agopuntura contro antiflogistica nella lombalgia acuta”, Europa PubMed Central, [2001, 121 (10): 1207-1210] (antidolorifici contro l’agopuntura per la lombalgia acuta)
  • Thorwald Dethlefsen, Rüdiger Dahlke, La malattia come via, W. Goldmann Verlag 1989
  • Helmut Koch, Hildegard Steinhauser, the thorn therapy, 2a edizione, Foitzer Verlag
  • Matthias Schwarz, Senza dolore con il metodo Dorn, Foitzick Verlag 2003
  • Wighard Strehlow, Die Edelsteinheilkunde der Hildegard von Bingen, p.95, Weltbild Verlag 2007
  • Wighard Strehlow, Hildegard Heilkunde von AZ, p. 98, Weltbild Verlag 2007
  • “Sei bambini su dieci hanno una postura scorretta”, lo studio Kidcheck

Articolo aggiornato il 13 Maggio 2021

Reumatologo e Nutrizionista Clinico. Ho posto la medicina integrata alla base della mia formazione medica e del mio lavoro clinico, integrando le terapie convenzionali e la medicina naturale. Nel corso degli anni, lavorando ogni giorno con i miei pazienti, ho approfondito le conoscenze dell'immunologia reumatologica.

Vuoi saperne di più o fissare una prima visita?

Lascia un commento