Mangia due noci al giorno e previeni le malattie del cuore e l’Alzheimer

Quante noci mangiare e star bene. L’importanza per il rischio di malattie del cuore e delle articolazioni

La noce si gusta al naturale, con la frutta fresca, con il formaggio.
Sono dotate di proprietà  importanti per l’intero organismo. Sono una buona fonte di vitamine tra le quali B1, B2, B6 e in particolare la vitamina E.
Sono ricche di arginina, un aminoacido contenuto nelle proteine necessario per produrre ossido nitrico, utile nella prevenzione dell’arteriosclerosi.  Non bisogna esagerare nell’assunzione della frutta secca visto che per 100 g le calorie vanno da 150 a 200 kcal per le noci.

I grassi fanno bene

noci con pereTra i nutrienti maggiormente benefici di questi semi, si ricorda soprattutto il contenuto in lipidi (grassi), in particolare acidi grassi polinsaturi di tipo omega 3, che si trovano solo nel pesce e nella frutta secca, e che giocano un ruolo importante nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. Meno del 10% dei grassi presenti nelle noci sono saturi, cioè grassi “cattivi”, il restante è occupato appunto dai grassi “buoni”, chiamati anche “acidi grassi essenziali” poiché il nostro organismo non sa produrli, mentre i loro poteri di tutela dell’apparato cardiocircolatorio li rendono indispensabili nella nostra dieta. In particolare, nelle noci troviamo acidi grassi polinsaturi, rispettivamente chiamati acido linoleico o LA e acido alfa-linolenico o ALA.

Questa particolare composizione nutrizionale, permette alle noci di svolgere molteplici effetti benefici tra i quali:

• Riduzione dei fattori di rischio cardiovascolare. Ipercolesterolemia, diabete mellito tipo 2, ipertensione arteriosa e l’incidenza di infarti nelle persone sane. È dimostrato che un consumo regolare di noci aiuta a mantenere il colesterolo a valori normali e a prevenire le malattie cardiovascolari.

• Azione antinfiammatoria. Gli acidi grassi essenziali sono importanti precursori di molecole implicate nella regolazione infiammatoria, ragione per cui oggi vengono studiati in oncologia come possibili anti tumorali.

• Azione antiossidante. Per combattere i radicali liberi in eccesso nemici delle nostre cellule.

Per tutti questi motivi, può essere consigliato un consumo giornaliero di frutta secca, in particolare per chi vuole abbassare il rischio cardiovascolare, diabete, contro lo stress, la prevenzione dell’Alzheimer.

Quante calorie

Tuttavia l’elevato contenuto di grassi conferisce alle noci un elevato valore calorico, e quindi il loro consumo deve essere valutato attentamente. Una noce media pesa circa 8 grammi e apporta circa 35 Kcal. Quindi assumerne sì ma in modo controllato soprattutto se si hanno problemi di sovrappeso.

I nutrizionisti consigliano di consumare 3 noci al giorno per complessivi 15 grammi e circa 100 Kcal.

Attenzione però a consumare questo alimento in sostituzione di altri alimenti e non in aggiunta. Il sovrappeso e l’obesità rappresentano i fattori di rischio più temuti delle malattie cardiovascolari pertanto se con le noci aiutiamo le nostre arterie e il cuore a funzionare meglio, aumentando di peso aumenterebbe ancora di più il rischio cardiovascolare. Pertanto, è fondamentale controllare gli apporti calorici della dieta evitando gli eccessi, soprattutto prolungati nel tempo.

Utilizzo nell’alimentazione

Non c’è un momento migliore per consumare una porzione di noci, è possibile consumarle a fine pasto come dessert o agli spuntini, ma esistono molte altre possibilità di consumo, in particolare associandole ad altri alimenti, rendendoli più gustosi. Ad esempio, possono essere aggiunte, insieme ai cereali croccanti, al latte o allo yogurt durante la colazione: molte preparazioni industriali di cereali e muesli contengono per esempio frutta secca. Oppure, possono essere aggiunte ad insalate fantasiose (ad esempio, lattuga, noci e melograno) o alla macedonia.

Non manca il loro utilizzo nella preparazione di molti dessert, nell’impasto di molti prodotti da forno (ad esempio, torta di noci, cioccolato con noci, biscotti con le noci…). Uno snack o un secondo prelibato è Grana Padano DOP, pera e noci. In questa ricetta troviamo un mix di nutrienti formidabili che si aggiungono a quelli delle noci e della pera, in quanto questo formaggio è un concentrato dei nutrienti del latte e apporta proteine ad alto valore biologico, tanto calcio e vitamine come la A, la B12 e tutto il gruppo B, minerali antiossidanti come zinco e selenio. Il guscio della noce cela benefiche proprietà e sapore, usiamo questa frutta a guscio per proteggere il nostro cuore.

Articolo aggiornato il 7 Settembre 2018

Reumatologo e Nutrizionista Clinico. Ho posto la medicina integrata alla base della mia formazione medica e del mio lavoro clinico, integrando le terapie convenzionali e la medicina naturale. Nel corso degli anni, lavorando ogni giorno con i miei pazienti, ho approfondito le conoscenze dell'immunologia reumatologica.

Vuoi saperne di più o fissare una prima visita?