Una ricetta dolce per la dieta a Zona

Afte in bocca: cause, sintomi e cure
24 Ottobre 2018
Assolto l’uovo, non aumenta il colesterolo
13 Novembre 2018
Mostra tuttol

Una ricetta dolce per la dieta a Zona

Un dolce  saporito anche per chi è a dieta a Zona

Per chi segue l’alimentazione a Zona nulla è vietato, nemmeno i dolci.
Inizia con oggi nel mio blog una sezione dedicata alle ricette per chi è a dieta a Zona o per chi non vuole ingrassare.
Sostanzialmente sono delle ricette con poche calorie ma soprattutto con pochi carboidrati raffinati. Le proposte riguarderanno la colazione, gli spuntini, gli antipasti, il pranzo e la cena. Non mancheranno i dolci per le occasioni speciali.

Caratteristiche delle ricette

Saranno con pochi carboidrati raffinati e zuccheri. Il segreto sarà nel saper combinare a tutti i pasti i macronutrienti: carboidrati, proteine e grassi.
Questo permette di ridurre i picchi glicemici responsabili dell’infiammazione e del diabete.

La torta di ricotta, miele e mandorle

La torta di ricotta, miele e mandorle è un delizioso dolce senza zucchero: l’unico dolcificante utilizzato per la sua preparazione, infatti, è il miele di rododendro. Ricco di glicosidi e tannini, svolge un’azione depurativa e antireumatica. È un tipico dolce a Zona perché è composto da ricotta (proteine), farina (carboidrati) e mandorle (grassi) .

Gli ingredienti per 4 persone

In parentesi troverete il corrispondente  miniblocco dell’ingrediente:

  • 150 gr ricotta (80 g)
  • 150 gr farina biologica (15 g)
  • 50 gr miele di rododendro (10 g)
  • 50 gr mandorle dolci pelate e tritate (4 mandorle)
  • ½  Limone biologico
  • 1 cucchiaino semi di vaniglia pestati
  • ½  bustina lievito vanigliato
  • 1 pizzico sale
  • q.b. mandorle dolci a scaglie
  • 2 uova (1 uovo)

A questo punto buon appetito 🙂

Dottor Giuseppe Bova
Dottor Giuseppe Bova
Reumatologo e Nutrizionista Clinico. Ho posto la medicina integrata alla base della mia formazione medica e del mio lavoro clinico, integrando le terapie convenzionali e la medicina naturale. Nel corso degli anni, lavorando ogni giorno con i miei pazienti, ho approfondito le conoscenze dell'immunologia reumatologica.