Infiammazione da glutine ha i sintomi della celiachia ma non lo è

Infiammazione da glutine ha i sintomi della celiachia ma non lo è

Cos’è l’Intolleranza al Glutine

Oggi é comune il gonfiore addominale dopo l’assunzione di carboidrati raffinati. Ed ecco subito la paura: sarà la celiachia o sarà un’ipersensibilità alimentare? Il dubbio può sempre nascere ma i test di base permettono di differenziarli. In entrambe le patologie c’è l’infiammazione intestinale la cui aumentata permeabilità è responsabile di tutta una serie di sintomi clinici. La terapia è dietetica in entrambi i casi con possibilità di guarigione se viene riscontrata l’infiammazione da glutine. L’intestino va curato in entrambi i casi con specifici probiotici per ripristinare il microbioma intestinale.

Colon irritabileI sintomi dell’intolleranza al glutine

(conosciuta come Infiammazione silente da glutine) provoca gli stessi sintomi della celiachia, senza esserla di fatto. La causa consiste in aumento della permeabilità dell’intestino a causa di una ripetuta assunzione di cibo (derivati del frumento), verso cui l’intestino reagisce con uno stato infiammatorio.

Grazie agli studi del prof. Alessio Fasano sappiamo che quando l’intestino è infiammato si associano malattie di tipo infiammatorio sia di tipo autoimmunitario:

1. Malattie autoimmunitarie:

  • Lupus Eritematoso Sistemico
  • Artrite Reumatoide
  • Morbo di Chron

2. Malattie infiammatorie:

  • morbo celiaco
  • malattia di Crohn
  • eczema atopico
  • problemi digestivi
  • fatica cronica
  • allergie o intolleranze alimentari
  • asma
  • emicrania
  • artrite e in generale tutte le malattie autoimmuni
  • aumento della resistenza insulinica (quindi aumento del peso, diabete)

Test nelle infiammazioni da cibo

Abbiamo dei test alternativi e uno più recente, sicuramente più attendibile.

Test alternativi
Non godono da parte della comunità scientifica interesse o riconoscimenti di attendibilità. Soprattutto mancano di una caratteristica fondamentale che dovrebbe avere qualunque esame: essere riproducibile nel soggetto in cui è stato eseguito.

Test Recaller
Test più recente e più attendibile.recallertest
Misura due sostanze, BAFF e PAF, che sono espressione di uno stato infiammatorio conseguenze ad un’assunzione ripetuta di un alimento sia a basse sia ad alte quantità.
Il test è eseguito in studio tramite un prelievo di poche gocce di sangue dal polpastrello di un dito. La risposta al test evidenzia stati di ipersensibilità alimentare verso 6 Grandi Gruppi Alimentari, rappresentati da:

  • Latte
  • Lieviti
  • Nichel
  • Frumento
  • Sale
  • salicilati naturali

L’individuazione dei cibi intolleranti nei pazienti reumatici ha portato ad una maggiore riduzione sia delle articolazioni infiammate sia dei parametri immunologici come VES e PCR.

Cos’è la celiachia

La celiachia è una malattia cronica dell’intestino in soggetti che sono presentano una positività genetica verso l’HLA DQ2 e DQ8.
È una grave reazione infiammatoria che avviene in seguito all’ ingestione della gliadina, proteina presente in diversi cereali come:

  • cous cous
  • farro
  • frumento
  • kamut
  • muesli
  • orzo
  • segale
  • seitan
  • semolino
  • triticale

Questi possono essere sostituiti da:

  • mais
  • patate
  • riso
  • soia
  • tapioca
  • amaranto
  • quinoa
  • miglio

Non essendo questi soggetti capaci di digerire la gliadina si creerà una reazione anticorpale espressa dall’aumento di una serie di anticorpi:

  • anti-gliadina
  • anti-endomisio
  • anti-transglutaminasi

I sintomi della Celiachia

Ecco i disturbi generici:

  • anemia
  • calo ponderale
  • crampi muscolari
  • dermatite herpetiforme
  • diarrea e dolori addominali
  • disordini ai denti o alle ossa
  • disturbi nervosi
  • dolori articolari
  • eczemi cutanei
  • epilessia
  • irritabilità o depressione
  • neuropatie arti inferiori
  • ragadi alla bocca
  • scarso accrescimento

Terapia della Celiachia

1. Un farmaco di grande speranza: la Zonulina
E’ una proteina che ha una funzione di “collante” delle cellule dei villi intestinali, di cui regola la risposta immunitaria. Se la sua concentrazione dimunuisce aumenterà la permeabilità dell’intestino verso gli ospiti intestinali: virus, batteri, funghi, tossine, coloranti. Saranno tutte sostanze che entreranno nel sangue entrando in contatto col sistema immunitario che diventerà ipersensibile producendo anticorpi anche verso tessuti sani.

2. Altre Terapie
Per la celiachia l’unica terapia è la dieta.
Nelle infiammazioni intestinali da ipersensibilità da cibo alcuni integratori si sono dimostrati utili nell’alleviare i sintomi. Essi sono:

  • Acidi omega3
  • Curcuma
  • Nigella sativa
  • Olio di Perilla
  • Vitamina D3
Dottor Giuseppe Bova
Dottor Giuseppe Bova
Reumatologo e Nutrizionista Clinico. Ho posto la medicina integrata alla base della mia formazione medica e del mio lavoro clinico, integrando le terapie convenzionali e la medicina naturale. Nel corso degli anni, lavorando ogni giorno con i miei pazienti, ho approfondito le conoscenze dell'immunologia reumatologica.