Ipercolesterolemia: meglio la carne bianca o la carne rossa?

La carne, rossa o bianca che sia, è un’importante fonte di aminoacidi, componenti essenziali per la costruzione delle proteine. Le proteine sono macronutrienti indispensabili per la composizione della pelle, delle ossa, dei tendini, per la funzionalità del cervello e delle ghiandole che secernono gli ormoni.  In questi ultimi anni si fa un gran parlare sui rischi da carne rossa per il cuore, le arterie e l’aumento del colesterolo.

Vacche al pascolo

Recenti studi non hanno confermato le precedenti affermazioni. L’argomento è controverso perchè influenzato molto dalle mode alimentari recenti come il veganismo. Vediamo cosa afferma la medicina ufficiale su:

  • ruolo del colesterolo nelle malattie cardiovascolari
  • differenze tra carne bianche e carne rossa
  • uovo e gli effetti sul colesterolo

Si discute ancora oggi se il colesterolo possa essere responsabile dell’aumento dell’incidenza delle malattie cardiovascolari. Sembra che non sia proprio così. Vediamo di capire perchè.

Cos’è il colesterolo

Il colesterolo è un grasso prodotto dall’organismo (80%) mentre il 20% è influenzato dagli alimenti che introduciamo. Nel sangue è presente come colesterolo HDL, importante perché trasporta l’eccesso verso la cistifellea e successivamente nel duodeno. Quindi se il tuo HDL è alto sarai più tranquillo. Un’altra parte di colesterolo e sotto forma di LDL (colesterolo cattivo)e si deposita sulle arterie favorendo l’indurimento e il restringimento delle arterie. In questo caso dovrai prendere provvedimenti rivolgendoti al medico.

L’infiammazione

Il solo colesterolo non è in grado di provocare infarto o ictus. Va valutata la presenza dell’infiammazione da un abuso di carboidrati non bilanciati dalla presenza di proteine ad ogni pasto. E’ sufficiente associare ai carboidrati integrali un po’ di carne per ottenere un piatto più sano e senza rischi per la salute. Il piatto sano prevede l’uso di olio di olio di oliva extravergine di oliva e le vitamine antiossidanti presenti nella frutta e nella verdura.

Un recente articolo pubblicato su Medical Hypotheses consiglia di associare dei grassi omega-3, quelli del pesce per capirci, ai grassi della carne rossa per ridurre il livello di colesterolo, trigliceridi. Si ottiene una riduzione del picco glicemico di fine pasto. Anche i grassi vegetali delle olive e della frutta secca modulano i picchi glicemici. Se la tua alimentazione è povera di proteine e grassi vegetali avrai dopo i pasti delle reazioni infiammatorie. Quindi non dimenticare di associare ad ogni pasto frutta e verdura. Mangi dell’affettato con formaggio? Il tuo colesterolo sarà controllato meglio se associ del contorno e della frutta. Piano col vino o la birra. Anch’essi sono carboidrati.

Meglio carne bianca o carne rossa?

Hamburger Fast Food

Uno studio pubblicato di recente sull’American Journal of Clinical Nutrition  ha suscitato interesse perchè la carne bianca aumenta, come la carne rossa, il colesterolo LDL (o “cattivo”), che è noto aumentare il rischio di ammalarsi di malattie cardiache. Potresti concludere: “Beh, se il pollo fa male al colesterolo quanto la carne rossa, posso anche ordinare dell’hamburger“.  Le cose non stanno proprio così. Lo studio ha esaminato se i livelli di colesterolo differissero dopo aver consumato diete ricche di carne rossa rispetto a diete con quantità simili di proteine ​​da carne bianca o fonti vegetali (legumi, noci, cereali e prodotti a base di soia). La conclusione dello studio è stata che la carne bianca ha lo stesso effetto della carne rossa sui livelli di colesterolo.

Uova e colesterolo

Ancora oggi ci sono convinzioni errate sull’abitudine al consumo delle uova. Vediamo perchè non dobbiamo temere nulla. Un uovo è composto per il 60% dall’albume e per il 30% dal tuorlo. Il tuorlo è composto da vitamina D, la Vitamina B12, folati, selenio, che, intervengono nella prevenzione di malattie cardiache, ipertensione, difetti. Per raggiungere questo obbiettivo basterebbero 3-4 uova la settimana. Uno studio della University of Sydney evidenzia che mangiare fino a 12 uova a settimana, rispetto chi ne consuma 2 alla settimana, non ha avuto un aumento dell’incidenza d’infarto nei diabetici. Lo studio ha monitorato un’ampia gamma di fattori di rischio cardiovascolari tra cui il colesterolo, la glicemia e la pressione sanguigna. Quindi anche le uova sono assolte.

La Dieta nell’ipercolesterolemia

Se hai problemi di ipercolesterolemia dovrai conoscere qual è il tuo rischio cardiovascolare e farai bene a rivolgerti allo specialista per quantificarlo. Solo così saprai se il tuo colesterolo dovrà essere abbassato correggendo i fattori di rischio. Anche l’alimentazione è importante. Nella sezione del mio blog troverai alcuni consigli sulla dieta da seguire.

Tabella carni

In un recente studio si è visto che i soggetti che mangiavano poca pasta e pane (carboidrati raffinati) assumendo proteine con verdure e frutta avevano dei valori del colesterolo più bassi. In pratica una combinazione ad ogni pasto con un 40% di carboidrati, 30% di proteine e 30% di grassi migliorano la risposta su colesterolo e trigliceridi. Se vuoi conoscere meglio il metodo seguimi sul mio blog dove ti spiego come mangiare a Zona.

Bibliografia

  • Affiliations expand. PMID: 31161217 PMCID: PMC6599736 DOI: 10.1093/ajcn/nqz035
  • Epub 2011 Oct 26. PMID: 22031660 Free PMC article. Clinical Trial.
  • 27 September 2017- Egg consumption, cardiovascular diseases and type 2 diabetes. NRW Geiker , M Lytken Larsen , J Dyerberg , S Stender & A Astrup

Articolo aggiornato il 2 Maggio 2021

Reumatologo e Nutrizionista Clinico. Ho posto la medicina integrata alla base della mia formazione medica e del mio lavoro clinico, integrando le terapie convenzionali e la medicina naturale. Nel corso degli anni, lavorando ogni giorno con i miei pazienti, ho approfondito le conoscenze dell'immunologia reumatologica.

Vuoi saperne di più o fissare una prima visita?

Lascia un commento