La capsaicina del peperoncino utile nel diabete e cardiopatie

La capsaicina del peperoncino utile nel diabete e cardiopatie

Il Peperoncino si è rivelato utile nelle malattie cardiovascolari, diabete e nel dolore reumatico

Una ricerca dell’Università della Tasmania, diretta dal dottor Ahuja e pubblicata dal “American Journal of Clinical Nutrition” ha rivelato che il peperoncino è un farmaco naturale contro diabete ed ictus. I suoi principi attivi, capsaicina e la diidrocapsaicina, rafforzano il cuore contro le malattie cardiache. Le malattie cardiovascolari sono tra le prime cause di morte al mondo, specialmente dai Paesi industrializzati.

Il Peperoncino

Ora, tali disturbi verranno combattuti sfruttando una spezia piccante quanto comune, il peperoncino.
A dirlo, una ricerca della School of Human Life Sciences research (sezione della Università della Tasmania) diretta dal dottor Kiran Ahuja e pubblicata su “American Journal of Clinical Nutrition”.
Gli studiosi affermano che il segreto nella pianta sarebbe nei suoi principi attivi, la capsaicina e la diidrocapsaicina.
Tali elementi si sono infatti dimostrati capaci di abbassare i livelli di zucchero nel sangue e d’insulina, oltreché di ridurre la presenza di grasso nelle arterie.
In altre parole, essi agiscono come i tradizionali farmaci salva cuore, senza provocare i tipici effetti collaterali.
Per questo il dottor Ahuja e colleghi ritengono che preparati a base di peperoncino rappresentino la nuova via contro problemi come diabete ed ictus, sopratutto per quei pazienti per cui non è possibile ricorrere a trattamenti particolari.

Dottor Giuseppe Bova
Dottor Giuseppe Bova
Reumatologo e Nutrizionista Clinico. Ho posto la medicina integrata alla base della mia formazione medica e del mio lavoro clinico, integrando le terapie convenzionali e la medicina naturale. Nel corso degli anni, lavorando ogni giorno con i miei pazienti, ho approfondito le conoscenze dell'immunologia reumatologica.