Perchè nella casa passiva si vive in salute

Salute è vivere in una casa “passiva”

Oggi la casa va considerata un investimento non solo economico ma soprattutto sulla nostra salute. E’ il luogo dove tutti viviamo di più. L’ambiente  in cui viviamo deve essere sano e vivibile. Ma le nostre case sono proprio così?

Case invivibili

Molte case sono calde d’estate e fredde d’inverno. Manca la tranquillità dovuta ai rumori dei vicini confinanti  chiassosi o del bar sottostante aperto sino alle prime luci dell’alba. Poi si trascurano anche altri effetti legati alle muffe e all’umidità . Speso in questi ambienti i soggetti diventano allergici con episodi di rinite e asma.

Casa Passiva e investi sulla tua salute

La soluzione a questi problemi c’è ed ha un nome: La casa Passiva . Con questo termine s’intende un edificio progettato e realizzato con criteri che permettano di limitare al massimo o in certi casi eliminare il fabbisogno energetico per ottenere il riscaldamento/raffrescamento necessario.  Sono costruite con sistemi e materiali che riducono al minimo la dispersione termica, ottimizzano l’irraggiamento solare, limitandolo nei mesi estivi e sfruttandolo al massimo nei mesi invernali.
 

E che dire dell’acustica?

Con la casa passiva l’acustica di una casa è migliore rispetto alle case costruite sino a qualche decennio fa.
 

I rischi per la salute da una casa non ben costruita

Nelle nostre casa la muffa può formarsi soprattutto per via di infiltrazioni d’acqua, per scarsa ventilazione degli ambienti o per l’assenza di un’adeguata esposizione solare. Questo è responsabile di problemi respiratori, infiammazioni o reazioni allergiche. dovute agli acari, funghi.
Quando siamo in casa dobbiamo fare attenzione a quello che respiriamo. Ad esempio, pochi di noi realizzano che i condotti dell’aria possono costituire un rifugio per polvere, pollini, batteri, muffa, facendo circolare negli ambienti interni dell’aria contaminata e favorendo irritazioni e reazioni allergiche.

Tossicosi da materiali di costruzione

  • Piombo: è una minaccia invisibile ma pericolosa per la sua tossicità a carico del sistema nervoso, cardiocircolatorio, renale. Nelle nostre case, il piombo può trovarsi nelle tubature, smalti e vernici.
  • Formaldeide: è un battericida generalmente utilizzato nei disinfettanti per uso domestico, come collante o isolante per legno e rivestimenti e nella produzione industriale di tessuti. Può quindi annidarsi un po’ ovunque: nei prodotti che utilizziamo per l’igiene di casa, così come in mobili, rivestimenti plastici, controsoffitti, pannelli isolanti, insetticidi, e, addirittura nelle lenzuola in cui dormiamo, se in tessuto sintetico. Per questo, è buona norma verificare sempre quali siano le componenti dei materiali di costruzione, degli smalti e dei prodotti per l’igiene che utilizziamo, mettendo al bando i solventi sintetici, preferendo arredi in legno massiccio ed esigendo, per le altre tipologie di mobilio, la certificazione CATAS Quality Award-Formaldehyde E1(attestante che il contenuto di formaldeide presente nel materiale rispetti i limiti previsti dalla normativa europea).

 

Articolo aggiornato il 7 Ottobre 2017

Reumatologo e Nutrizionista Clinico. Ho posto la medicina integrata alla base della mia formazione medica e del mio lavoro clinico, integrando le terapie convenzionali e la medicina naturale. Nel corso degli anni, lavorando ogni giorno con i miei pazienti, ho approfondito le conoscenze dell'immunologia reumatologica.

Vuoi saperne di più o fissare una prima visita?